Home

PERCHÈ QUERCETANI

Nel Castello della Querceta di Montecatini Terme ha avuto la propria sede per quasi 30 anni l’Istituto ENAOLI.

Nell’immediato dopoguerra, cioè dal 1947, fino al 1975 un migliaio di giovani ha trovato qui la possibilità di costruire il loro avvenire all’interno delle mura, dentro le ampie stanze adibite a camerate, laboratori, aule scolastiche.

Stare come in famiglia e imparare un mestiere che ti porterà in giro per il mondo con una professionalità inarrivabile.

Solo un istituto nato per l’accoglienza poteva così profondamente incidere sulle conoscenze e sulle attitudini di tanti ragazzi, che qui hanno conosciuto quasi un altro “imprinting”, una seconda pelle che rimane viva e vitale anche lontano da Montecatini, e dalla Querceta.

Dovunque si trovino, in Italia o all’estero, i ragazzi della Querceta diventati uomini hanno sempre fatto valere la loro appartenenza.

Diventati manager e imprenditori, oppure cuochi e maitres, o altri lavori di prestigio, ricordano con affetto la loro esperienza giovanile, i professori che ne hanno segnato il futuro, gli amici che li hanno accompagnati e ne hanno condiviso un tratto importante di vita.

Per questo chi ha vissuto e studiato alla Querceta sa di possedere una professionalità importante, ma al tempo stesso anche di custodire una messe di ricordi, sensazioni, complicità che solo un luogo magico come la Querceta poteva regalare.

Quercetani per sempre, o for ever, visto che molti hanno fatto fortuna all’estero.

Tornare a Montecatini è per tutti loro una full immersion nel mare dei ricordi legati a un angolo di parco, a una lezione di ricevimento, al volto di un vecchio amico ritrovato.

È passato un secolo da quando la Querceta è nata come albergo, ma sembrano pochi giorni che i ragazzi dell’ENAOLI ne percorrevano i corridoi e le aule: l’oggi è rappresentato dall’Istituto Alberghiero che continua la tradizione di culto dell’ospitalità che Montecatini, e la Querceta, custodiscono dentro di sé.